Archives for novembre, 2008

Se mi tagghi non vale

 

Non solo i datori di lavoro non assumono se su facebook guardano qualcosa che non va sul loro “sottoposto”, ma adesso, a ulteriore seccatura, arrivano quelli che ti TAGGANO le foto. E spesso capita che magari un vostro amico di infanzia (che ovviamente da questo momento non sarà più amico, grazie facebook…) pubblica una foto del vostro passato, nella quali magari siete più ridicoli anzichè no.

E tutti ovviamente giù a taggare quella foto…
Per questo, dopo “Faccia da Facebook”, e’ stata scritta e youtubbata questa canzone: Se mi tagghi nun vale, sulle note di Se mi lasci non vale  di Julio Iglesias. Nella canzone viene spiegato come si puo’ sentire una persona che viene taggata in una fotografia non gradita…

VI segnalo anche Te taggo su facebook ispirata a “Balliamo sul mondo” del Liga.

Sei italiano se…

 

194

Definizioni piuttosto “blande”, ma solo perchè il nostro caro “faccialibro” ha un gruppo al quale si possono iscrivere tutti coloro che si riconoscono in questi aspetti di italianità.

Un altro motivo in + per non farsi facebook!!

  1. hai un passaporto italiano
  2. sei nato in italia
  3. la tua prima lingua e’ l italiano e la seconda il dialetto locale (o vice versa)
  4. sei stato battezzato, hai fatto la prima comunione e sei stato cresimato
  5. hai sempre vissuto nella stessa citta o quasi
  6. gli amici con cui esci sono quelli che hanno fatto l asilo con te
  7. la tua scuola elementare non era a piu di 5 minuti di macchina
  8. al liceo sei sempre andato a scuola in scooter, indipendentemente dalla pioggia neve o grandine
  9. a 14 anni hai ordinato il tuo primo alcolico in discoteca ad una festa delle scuole
  10. sei stato almeno una volta in vacanza in sardegna o sulla riviera romagnola
  11. mila, shiro, holly, benji e pollon ti hanno accompagnato per mano durante tutto il tuo percorso scolastico
  12. non vivi a piu di 2 ore dal mare e da una stazione sciistica
  13. sai che il cobra non e’ un serpente
  14. quando gira la ruota gridi “cento cento!!” o canti “gira la ruota, girala!!”
  15. sai che sanpellegrino e’ un’aranciata esagerata
  16. hai saputo cosa fossero i “fettuccini alfredo” solo viaggiando o attraverso film americani
  17. la pasta non deve essere scotta per essere mangiata
  18. hai aspettato fino a 18 anni per avere la patente della macchina
  19. hai dovuo affrontare esami alla fine di elementari medie e superiori
  20. vivi fuori casa e il fine settimana porti i panni da lavare alla mamma
  21. copiare durante le verifiche e’ l undicesimo comandamento
  22. anziche studiare sui libri di testo hai sempre usato appunti (di altri), fotocopie o bigini
  23. nella tua famiglia tutti sono fanatici di calcio
  24. il Natale si festeggia almeno con 20 persone (tutti parenti stretti)
  25. nel periodo natalizio ricevi regali da babbo natale, santa lucia, gesu bambino i remagi e la befano (ho dimenticato qualcuno??)
  26. quando perdi i denti il piu delle volte e’ una santa e non un topo che ti lascia i soldi sotto il cuscino
  27. il dodo non e’ un animale estinto ma un ciondolo
  28. la prima preoccupazione da sveglio e’: come mi vesto?
  29. hai almeno una felpa con scritto il nome di una citta, o un marchio famoso a caratteri cubitali
  30. sai che i calzini bianchi si usano solo per fare sport
  31. hai o hai avuto almeno un paio di occhiali che ti coprono piu del 50% del viso
  32. sai che il tapiro d oro e’ un premio e non un animale in via d estinzione
  33. fai la colazione con cappuccio e cornetto e da piccolo col nesquick
  34. sai come leccare un gelato
  35. se ti danno una merendina di sotto marca imitazione mulino bianco ti rifiuti di mangiarla
  36. alla mensa delle elementari almeno una volta alla settimana c erano i sofficini findus
  37. hai finito almeno un album delle figurine e iniziati innumerevoli
  38. hai odiato il libro cuore e i promessi sposi
  39. hai almeno un amico soprannominato chicco/a, pippo, mimmo, etc
  40. conosci i cugini di campagna
  41. sai cosa faceva gianna gianna
  42. ti sei sempre chiesto che fine ha fatto mauro reppetto degli 883
  43. il tuo water va in coppia con un bidet
  44. durante il tuo percorso scolastico sei passato da zainetto scout, invicta, seven a eastpack
  45. hai raddoppiato il volume della tua smemo appiccicando qualsiasi cosa ti passasse per le mani
  46. sei nel network italy di facebook


brunetta

Se si parla dell’Italia, intanto dobbiamo presupporre che uno ABBIA un ufficio. Per quello che riguarda i lavoratori in scrivania che amano il social networking, sono tempi duri. Molte aziende ed enti stanno limitando gli accessi a Facebook, se non addirittura impedendoli. Facebook fa diventare fannulloni! Dicono. Io non credo, anche perchè non esiste solo questo!! Ci sono msn, skype e tante altre “diavolerie”… senza contare i famigerati giochini in flash!!

miniclip_logo_flash_games3

Ma si può impedire di accedere a Facebook in orario d’ufficio? Certamente sì dice Pietro Ichino, senatore del Pd ed esperto di diritto del lavoro, che precisa: ”Tutta la strumentazione in ufficio deve essere utilizzata essenzialmente per fini di ufficio; questo vale sia per gli strumenti tradizionali che per quelli telematici e informatici”. Dunque, se lo ritiene opportuno, continua l’esperto, ”il datore di lavoro può limitare la funzionalità di un terminale internet ai soli usi che interessano all’azienda”. E potrebbe avvenire per Facebook come per la posta elettronica, per la quale è molto diffusa una direttiva aziendale ”che avverte i dipendenti della possibilità che la posta di ufficio sia letta anche da persone diverse dal singolo intestatario della mailbox - argomenta Ichino – e li invita a chiedere eventualmente l’apertura di una casella personale se ritengono di intrattenere una corrispondenza riservata. Ma, a rigore, il lavoratore dipendente non avrebbe diritto a intrattenere corrispondenza personale riservata in orario di lavoro e con la strumentazione di ufficio”.

Non è ormai un mistero, che anche alcune imprese americane usino Facebook comestrumento di selezione del personale, fingendosi ”un amico” del candidato per conoscere i suoi gusti, le persone che frequenta e farsi un’idea più precisa della persona che aspira al posto. Un comportamento, questo, avverte però il professore, assolutamente inammissibile: ”le indagini del datore di lavoro sulla vita privata, le opinioni e i modi di essere personali dei dipendenti o aspiranti tali, che non rilevino sul piano professionale, non sono assolutamente consentite dal diritto”.

Demonizzazione di Facebook, quindi? Non credo ce ne sia bisogno. E’ chiaramente il SN più coinvolgente del pianeta, e tra amici, gruppi, chat… e tutte le altre funzionalità, aggiunge “tempo perso” a “tempo perso”.

“Anche oggi tra msn e facebook non ho concluso un cazzo…”

 

NO FACEBOOK PEOPLE

nofacebookEd ecco il mio profilo. Non che serva particolarmente a qualcosa, ma è giusto anche chiedersi chi sono. E con tutti i social network… a che serve?? Questo ABOUT ME è in realtà un ABOUT US… ce la faremo a…. * Unire tutti i reduci del web senza facebook * Essere cancellati dal web * Abbassare il mio livello NERD e quello di tutti i Social Network Users * FARE PIU’ SEGUACI DI FACEBOOK!! Ci riuscirò? Ai posteR l’ardua sentenza.

Qualche funzione in più

Ass. Cult. Foglia EtneaNo Facebook non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto dei propri interventi che rappresentano l’espressione del proprio pensiero. Gli amministratori di No Facebook non sono responsabili del contenuto di tali interventi. Tutti i marchi e loghi presenti sul sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.

Meta

Creative Commons LicenseQuesto Blog è distribuito sotto la licenza Creative Commons e nei dettagli tu sei libero di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare quest'opera alle condizioni di Attribuzione, Non commerciale, Non opere derivate.

Associazione Culturale FogliaEtnea
via Umberto, 52 - 95035 Maletto (CT)
P.IVA 04665880870